Come organizzare un matrimonio

Come organizzare un matrimonio

L’organizzazione di un matrimonio rappresenta un momento sicuramente eccitante per gli sposi; tuttavia, se non programmato in tempo, il matrimonio rischia di diventare un momento molto stressante. In effetti, le cose a cui pensare sono numerose; la chiesa, la location, gli abiti, la musica e gli addobbi sono solo alcuni degli elementi che concorrono alla creazione dell’evento perfetto. Combinare insieme questi elementi del matrimonio, tuttavia, non è semplice e chi sceglie di organizzare un matrimonio fai-da-te deve sicuramente prestare attenzione a numerosi aspetti per evitare di spendere molti soldi inutilmente.

In linea di massima, il consiglio che sento di darvi è sempre quello di affidare l’organizzazione del vostro evento ad una wedding planner professionista. In teoria, infatti, organizzare un evento è semplice; nella pratica, invece, le cose sono un po’ differenti ed il rischio di dimenticare qualcosa o non amalgamare perfettamente tutti gli elementi è effettivamente alto.

Vediamo schematicamente quali sono le tappe da percorrere nell’organizzazione del matrimonio perfetto:

  1. Fissare una data. La fase ‘zero’ del matrimonio richiede sicuramente la scelta di una data. Volete sposarvi in estate, oppure preferite la primavera? E se, invece, il vostro matrimonio ideale fosse sotto una soffice coltre di neve, in pieno inverno? Qualunque sia la vostra stagione del cuore, fissare una data rappresenta il primo, fondamentale, passo verso le nozze. Ed è a partire da una data che dovrete concedervi almeno 12 mesi di tempo per riuscire ad organizzare tutto al meglio.
  2. Wedding planner o matrimonio fai da te? Se siete a corto di budget, forse assumere una wedding planner vi sembrerà superfluo; tuttavia, vi assicuro che potreste risparmiare molto – sia in termini di tempo che di denaro – affidandovi ad una professionista che ha fatto dell’organizzazione di eventi il proprio mestiere. I dettagli a cui badare sono davvero tanti e un occhio esperto ed attento può effettivamente donare all’evento un quid in più che lo renderà unico. Probabilmente anche a parità di prezzo con un matrimonio fai-da-te. Anche se avete molto tempo a disposizione da dedicare all’organizzazione delle nozze e anche se il vostro budget è limitato, ricordate che non siete delle organizzatrici esperte, non conoscete location, segreti e trucchi del mestiere e qualcuno potrebbe anche approfittare della vostra inesperienza. Come dice mia nonna: il risparmio non è mai guadagno! Quindi….via con una wedding planner!
  3. Matrimonio religioso o civile? Il primo passo concreto verso le nozze riguarda la celebrazione del matrimonio. Siete tradizionalisti e preferite il rito religioso? Bene! Allora è fondamentale scegliere una chiesa e prenotarla quanto prima. Se, invece, ci tenete un po’ meno alla cerimonia religiosa, potete optare per un rito civile, da celebrare in comune oppure direttamente presso la location che sceglierete per la vostra festa di nozze.
  4. Scelta della location. E’ probabilmente la fase più delicata e complicata che vi troverete ad affrontare nel lungo periodo che precede le nozze: la scelta della location per la grande festa. Ormai il matrimonio è diventato a tutti gli effetti un business e i vari competitors ne sono perfettamente consapevoli. Scegliere la locations non è affatto semplice perchè vi troverete a valutare posti bellissimi e anche super attrezzati per allestire matrimoni; per cui tutti vi sembreranno validi. Il consiglio che mi sento di darvi è sicuramente quello di fare una selezione prima ancora di iniziare a valutare la location: preferite un ristorante, un castello, un grande albergo, una casa di campagna o un agriturismo? Infine, in quale tipologia di paesaggio vorreste incorniciare il vostro giorno più bello? Mare, montagna o campagna? Già rispondendo a queste semplici domande, riuscirete a dare una bella sfoltita al ventaglio di offerte e a destreggiarvi tra le varie location con maggiore semplicità. Un consiglio: scegliete un posto bello, ma soprattutto buono. Ricordate che l’80% del vostro budget matrimoniale sarà speso per il cibo ed è per questo che dovete pretendere che sia buono. Altrimenti non regalerete agli ospiti un ricordo piacevole della vostra festa.
  5. Partecipazioni. A questo punto, scelta la tipologia di cerimonia (religiosa o civile), non vi resta che procedere con le partecipazioni prima di dedicarvi agli altri dettagli dell’organizzazione.
  6. Scegliere l’abito. Per la sposa è sicuramente il momento più importante sa vivere in occasione delle nozze. La scelta dell’abito nuziale va fatta nei tempi giusti e valutando più opzioni al fine di individuare il taglio, il tessuto e il modello che meglio valorizza la propria silouette. Una buona wedding planner, selezionerà per voi una lista di atelier che più si avvicinano al vostro stile e che meglio rispecchiano il vostro gusto estetico. Come per la location, anche per quanto riguarda la scelta dell’abito nuziale, non bisogna vedere tutto a qualsiasi costo, ma è opportuno visionare solo ciò che potenzialmente corrisponde al vostro desiderio. Altrimenti, anche in questo caso, il rischio di perdersi di atelier in atelier è molto elevato. Nella scelta dell’abito, infine, lasciatevi consigliare ma non convincere: l’abito deve essere una scelta personale e in qualche modo dovete ‘sentirvelo vostro’ sin dal primo momento in cui lo indosserete.
  7. Addobbi e musica. Un altro aspetto dell’organizzazione riguarda sicuramente la scelta degli addobbi e della musica. Anche qui, la wedding planner può fare molto: dare all’evento un tema da seguire potrebbe essere la scelta giusta per armonizzare al meglio fiori, decorazioni, addobbi e persino sedie e tavoli della location. Qui affidatevi all’esperienza di chi ne sa più di voi e organizza matrimoni per professione: lasciatevi stupire senza dover necessariamente decidere tutto da sole. Per quanto riguarda i fiori, è importante scegliere prima una gradazione di colore e – successivamente – la tipologia di fiori con cui allestire prima la chiesa, poi la location. Il mio consiglio è privilegiare i fiori di stagione ed evitare tutti fiori bianchi. Un po’ di colore darà alla festa un tocco più country che va tanto di moda oggi. Per quel che concerne la musica, invece, optate per un’orchestrina a più elementi durante la serata con l’aggiunta di un dj o pianobar per la parte finale della serata. Ricordatevi che organizzare un matrimonio significa innanzitutto organizzare una festa, la festa del vostro amore. Quindi, pensate soprattutto a divertirvi 🙂

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*