Come scegliere i mobili per il bagno

Come scegliere i mobili per il bagno

I mobili del bagno servono per contenere asciugamani, tovagliette, saponi, detergenti, ma conferiscono anche un certo tono a un ambiente che è sempre meno un luogo di servizio e sempre più una zona dedicata alla cura e al benessere della persona. Ecco perché importante la scelta dei mobili.
Fondamentali all’interno del bagno, sono i portasciugamani. Ne esistono di due tipi: da parete e da terra. Quelli da parete possono essere formati da più sbarre girevoli, oppure da una sola barra i cui lati saranno ancorati al muro per tenere il portasciugamano, altra opzione è quella di applicare al muro dei semplici appendini. Per quanto riguarda invece i portasciugamani da terra, la loro base poggia a terra e sono formati da un’asta più o meno lunga, che sorregge varie sbarre. I materiali in cui possono essere realizzati sono l’acciaio, il metallo, la plastica bianca o colorata. In alternativa al classico portasciugamani, c’è il termosifone portasalviette, da fissare al muro e grazie al quale le asciugamani sono tenute sempre ben calde. Oppure si possono sistemare gli attaccapanni.
Altri due accessori che non possono mancare sono il portarotolo e lo scopino per il water. Quest’ultimo rimane sempre da poggiare a terra, mentre il portarotolo può essere anche a parete. Per i rotoli di scorta esistono oggi anche dei contenitori appositi, come il Racken di Ikea, o i portarotoli di stoffa da appendere al muro che possono raccogliere fino a cinque rotoli.

Le luci del bagno

Il discorso illuminazione non è da sottovalutare. Se il soffitto del bagno è alto più di tre metri e ha una superficie minore di 20 mq, la lampada sospesa dovrà pendere di almeno 80 cm. Mentre se il soffitto è di tre metri, sarà sufficiente una pendenza di 50 cm. Oltre all’illuminazione centrale però, bisogna prevedere almeno altri due punti luce da sistemare sia nella zona lavandino che nella zona doccia o vasca. Il punto luce del lavandino va posto sopra la specchiera. È proprio questa zona infatti a dover essere illuminata meglio, perché risultino agevolate tutte le azioni che di solito si svolgono davanti lo specchio, come tagliarsi la barba o truccarsi.
Nell’arredamento del bagno non devono mancare i tappeti assorbenti e antiscivolo, la tenda per la doccia, gli asciugamani e le tende per eventuali finestre. I tappeti sono necessari per assorbire l’acqua che cade a terra quando ci si lava, e vanno posti vicino alla vasca, sotto al bidet e al lavandino in modo che si adattino alla forma dei sanitari. Dentro vasca o doccia può essere utile un tappeto antiscivolo. La tenda per coprire la doccia deve essere abbastanza lunga da chiudere tutte le aperture. Invece le tende per le finestre andranno scelte in tessuto pesante se si tratta di vetri smerigliati, o in tessuto leggero per far filtrare la luce. Infine ogni abitante della casa dovrebbe avere i propri asciugamani e il proprio accappatoio, e il miglior tessuto da usare per questi accessori è la spugna. Inoltre è bene che gli accessori siano scelti in tonalità di colori abbinabili o in tinta con quelli del bagno.

Pavimenti e piastrelle

Le piastrelle per rivestire le pareti e il pavimento del bagno possono essere in vari materiali. Le migliori scelte ricadono di solito su mosaici in vetro, monocottura, gres porcellanato, maioliche, bicottura, vetro decorato, ceramica, per il pavimento sono più adatte piastrelle in monocottura, bicottura, in gres porcellanato e in ceramica, mentre molte sono le possibilità per le decorazioni e i colori del bagno.
I colori più usati di solito sono quelli neutri, perché sempre attuali nel tempo, come il bianco o il giallino chiaro, e perché sono molto adatti anche per un bagno piccolo. Si può scegliere anche di usare dei colori più forti e sgargianti: dal verde acido, al viola, dal lilla al rosa shocking, dal blu elettrico al blu scuro, e a cui possono essere adattati non solo i rivestimenti ma anche i diversi tessuti degli accessori nonché i mobili presenti nel bagno. Proprio perché il bagno non è una stanza particolarmente “vissuta”, ci si può sbizzarrire con la fantasia sempre rispettando i propri gusti e il proprio stile personale.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*