Libreria: scelta e acquisto

Scelta e acquisto della libreria

Uno degli arredi più utili e comodi da inserire in casa o all’interno di una stanza è la libreria. Il termine libreria oggi sta a indicare non solo un arredo in cui è possibile tenere in ordine i libri, ma anche cd, dvd, riviste, giornali e altri oggetti che non trovano di solito una precisa collazione all’interno dell’arredamento di una casa. La libreria è diventata sempre più un arredo utile a colmare uno spazio in casa e più di recente è diventata un elemento di prestigio che riesce a conferire un certo tocco di classe agli ambienti interni. Forte infatti può risultare l’effetto estetico che le librerie possono esercitare sull’ambiente che le circonda, e ciò dipende dalla loro forma e dal materiale e dai colori che le contraddistinguono. Facilmente quindi una libreria può trasformarsi in una parte importante dell’arredamento: può dividere lo stesso ambiente in più aree, o essere posta all’interno di una camera e formare un unico mobile con la scrivania, può trovare sistemazione nell’ingresso di casa o nel corridoio oppure può fungere come parete divisoria tra una stanza e l’altra. Ecco perché non è sempre semplice decidere che tipo di libreria acquistare.

La scelta della libreria

La scelta per l’acquisto di una libreria si fonda su alcuni importanti considerazioni: prima di tutto, è necessario valutare bene lo spazio a propria disposizione. Un utile suggerimento può essere quello di decidere prima su carta, ovvero su una planimetria della casa, dove posizionare la libreria. in seguito si possono considerare le dimensioni e per farlo è bene pensare quanti libri e quanti altri oggetti è destinata a ospitare la libreria. Bisogna inoltre mettere in conto che, come tutti gli altri arredi della casa, deve sposarsi perfettamente con l’ambiente circostante, quindi materiale e colori devono essere scelti in stile con la camera scelta.
A questo punto i passi da considerare per l’acquisto sono capire il volume effettivo di libri che dovrà contenere la libreria, prevedere lo spazio anche per futuri libri, stabilire lo spazio da lasciare tra uno scaffale e l’altro a seconda della lunghezza del libro più alto e infine, con la piantina alla mano, decidere in quale ambiente o spazio della casa sistemarla. Se i libri da riporre sono pochi però, meglio optare per delle semplici mensole anziché per il mobile completo, se invece la quantità di volumi è tanta e se ne prevede l’aumento nel prossimo futuro, allora non si può fare a meno di optare per la libreria intera.

In questo caso quindi è meglio controllare di avere spazi liberi in casa, ricordando che è possibile piazzare la libreria anche lungo le pareti libere, o usarla come divisore tra un ambiente e l’altro. A questo punto è bene pensare a che tipo di libreria prendere, se aperta o chiusa. Se si vuole o si può dedicare tempo alla pulizia e alla manutenzione del mobile, si può tranquillamente preferire una classica libreria chiusa, di cui però bisogna prevedere il risultato estetico e l’effetto sull’ambiente. Quindi importante è la scelta di materiali e colori, perché la libreria chiusa conferisce un altro aspetto all’ambiente circostante rispetto alla libreria aperta. Importante inoltre anche l’effetto ottico che una vetrina colorata o decorata potrebbe conferire all’arredo. A seconda poi dello stile degli altri arredi della stanza, si può scegliere tra una libreria in legno o in metallo e vetro.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*